top of page
irene gianeselli

Irene Gianeselli nasce a Bari l’8 settembre 1997.

Si forma come musicista e si diploma al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari in pianoforte principale sotto la guida della M° Elisabetta Pani.

Prosegue il proprio percorso di studiosa e storica delle discipline teatrali e cinematografiche dopo la Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo e della produzione multimediale (LM-65) conseguita nel 2020 all’Università degli Studi di Bari “A. Moro” dove attualmente è Dottoranda in Scienze delle Relazioni Umane.

 

È attrice e doppiatrice diplomata alla Voice Art Dubbing, regista e dramaturg della Compagnia dei Felici Molti nata in seno all’omonima Associazione culturale che ha fondato e che dirige dal 2016.

 

Dal 2017 è membro del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, dal 2018 è una firma della testata online Polytropon Magazine e dal 2021 è giornalista pubblicista.

Ha pubblicato le raccolte di racconti Lo spazio intorno (Stilo Editrice, 2015) e Preghiera di novembre. Pasolini, tutto il suo folle amore (Florestano Edizioni, 2017).

 

Ha curato la nuova edizione di Festa al celeste e nubile santuario e Compleanno (Florestano Edizioni, 2018) di Enzo Moscato, il maggiore drammaturgo napoletano contemporaneo. La Poesia che il Mondo non cambia. Il mondo salvato dai ragazzini da Elsa Morante a Pier Paolo Pasolini e una conversazione con Carlo Cecchi è il suo primo saggio (Florestano Edizioni, 2019).

Quattro volte semifinalista al Premio Campiello Giovani, nel 2021 viene selezionata dal Teatro-i di Milano come drammaturga emergente under 35 per la Biblioteca Virtuale del progetto Pubblicazioni con il dramma per voci ALCESTI. COME SE NIENTE FOSSE.

È la vincitrice del XIX Premio Fabrizio De André per la Poesia.

Il movimento del ritorno (Les Flâneurs Edizioni, 2021) è il suo primo romanzo.

Firma sceneggiatura e regia de Il misuratore del Mondo (2021) liberamente ispirato al romanzo incompiuto e postumo Das Schloß di Franz Kafka, protagonista l’attore Luigi Mezzanotte. Il cortometraggio è nato nell’ambito del Festival itinerante Conversazioni – La letteratura è di scena 2020, ufficialmente in concorso per il Premio David di Donatello 2022. 

Nel 2022 è sceneggiatrice, attrice e regista del suo secondo cortometraggio Alma diletta per il quale firma anche le musiche originali e interpreta l'omonima canzone arrangiata con Valerio Rivieccio. L'interpretazione le vale il Premio, tra gli altri, come Miglior Attrice allo Swedish International Film Festival (Arvika).

Il saggio Atti diversi, incanti di corpi: introduzione al Teatro di Pier Paolo Pasolini con la testimonianza inedita di Luigi Mezzanotte (Vol. 1) esce per Les Flâneurs Edizioni  a marzo 2022 con il patrocinio del Centro Studi Pier Paolo Pasolini Casarsa della Delizia e la prefazione del Prof. Pasquale Guaragnella e nel dicembre 2022 esce il Vol. 2 della ricerca Atti diversi, incanti di corpi: le Tragedie del Manifesto, il Teatro di Pasolini come dispositivo per la didattica universitaria, prove di formalizzazione. Il saggio Possiamo sempre fare qualcosa: itinerari didattici per la legalità, con una antologia delle lettere delle studentesse UniBa è in tutte le librerie da febbraio 2023 (Les Flâneurs Edizioni) con il patrocinio morale della Fondazione Giovanni Falcone. 

Il 25 aprile 2024 esce Pasolini maestro ribelle (Les Flâneurs Edizioni) con l'Introduzione dello storico Andrea Zannini.

 

 

Definita da Alexis Kokkos "artful researcher", è autrice di articoli dedicati alla sua ricerca di pasolinista e studiosa di arti performative in ambito pedagogico e didattico pubblicati su riviste scientifiche nazionali e internazionali.



20210514_205210_edited.jpg
bottom of page